Didattiche attive e ambiente naturale

Coordinatrice Prof.ssa Michela Schenetti

Educatori ambientali ed insegnanti in formazione
Educatori e insegnanti in formazione

Descrizione dell'Area

L'area Didattiche attive e ambiente naturale documenta ricerche inerenti l’analisi e la sperimentazione di percorsi progettuali di educazione e didattica all'aperto: 1) in tutti gli ordini di scuola: dal Nido fino alla Secondaria; 2) in contesti di educazione non formale come Associazioni, gruppi di interesse, Enti locali.

Il termine Educazione all’aperto riporta ad una grande varietà di esperienze pedagogiche caratterizzate dall'uso di metodologie attive in ognuna delle fasi di svolgimento. Nell'Educazione all’aperto l’ambiente esterno viene inteso come ambiente di apprendimento.

L’area di ricerca si sviluppa nell’ambito della prospettiva delineata dall’Agenda 2030, programma d’azione che si basa su 17 Obiettivi per lo Sviluppo sostenibile. Le ricerche presentate si inseriscono nell’ambito di studi e ricerche internazionali volte a dimostrare l’apporto dell’educazione all’aperto per il miglioramento della qualità educativa e didattica in particolare nei contesti scolastici e del benessere psicofisico dei soggetti coinvolti (bambini ed adulti) propedeutico al loro processo di apprendimento e al loro empowerment. Per queste ragioni la corrente internazionale corrispondente si può rintracciare nell' Outdoor Learning.

Questa Area di Ricerca si propone di implementare ricerche in collaborazione con le istituzioni educative e contribuire alla divulgazione degli esiti, delle riflessioni e saperi utili a sostegno di insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, educatori, educatori ambientali, dirigenti scolastici funzionari pubblici e decisori politici.

Linee di ricerca

Le linee di Ricerca vertono sulle seguenti tematiche: Educazione all’aperto prima infanzia; Educazione all’aperto e didattiche attive; Educazione all’aperto e percorsi curricolari (in linea con le Indicazioni Nazionali 2021); Educazione all’aperto e sostenibilità ambientale (Agenda 2030); Educazione all’aperto ed educazione civica; Educazione all’aperto e formazione degli insegnanti; Educazione all’aperto e collaborazioni 'scuola-territorio'’; Educazione all'aperto e benessere relazionale: Educazione all'aperto e progettazione partecipata; Educazione all'aperto e innovazione scolastica.

Obiettivi

Attivare processi di studio e ricerca interdisciplinari e inter-istituzionali;

  • contribuire alla divulgazione di ricerche, riflessioni, saperi utili a sostenere i decisori politici nazionali e locali ad orientare le proprie scelte in riferimento al governo della scuola e alla ridefinizione degli spazi dedicati all’apprendimento e alla socialità;
  • collaborare con i professionisti del settore educativo, anche attraverso azioni di ricerca, per sostenere la qualità dei servizi educativi e scolastici;
  • consolidare la capacità riflessiva e gli strumenti educativi dei professionisti affinché possano utilizzare con consuetudine gli spazi esterni per promuovere esperienze di apprendimento in connessione con gli spazi abituali;
  • realizzare occasioni di formazione universitaria per studenti/studentesse e personale in servizio.

Collaborazioni e convenzioni

Le ricerche sono svolte nell’ambito di collaborazioni, accordi e Convenzioni che regolano i rapporti con gli Enti che le promuovono e/o finanziano.

E' in atto una collaborazione continuativa con il Centro di ricerca sull’outdoor education, Dipartimento di Scienze della qualità della Vita, con sede a Rimini.
Sono in corso Convenzioni e accordi quadro per la realizzazione di percorsi di formazione e di ricerca ricerca con: