vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

call for paper: L’UNIVERSITÀ DAVANTI ALLA STREGONERIA-UNIVERSITIES AND WITCHCRAFT

09 SETTEMBRE
-
10 SETTEMBRE 2021

Convegni

Bologna

Call for papers

 

L’UNIVERSITÀ DAVANTI ALLA STREGONERIA 

In Europa tra medioevo ed età moderna

 

Convegno internazionale

Bologna, 9-10 settembre 2021

 

Il Centro interuniversitario per la storia delle università italiane (CISUI) promuove il convegno “L’Università davanti alla stregoneria in Europa tra medioevo ed età moderna”. Il tema è il coinvolgimento dell’Università “in quanto istituzione” nel dibattito sulla stregoneria dal medioevo all’età moderna in tutta l’Europa, occidentale e orientale, cattolica e protestante. 

Le determinazioni accademiche ebbero un significativo impatto culturale e sociale, permanendo nel corso dei secoli. Fu il caso, ad esempio, del responso emesso dal Collegio dei teologi dello Studio di Parigi nel 1398, i quali approvarono ventotto articoli che condannavano non solo le insidie di Satana, i contratti diabolici e la pratica della magia, utilizzata per soggiogare i diavoli al proprio servizio, ma anche l’incredulità di coloro che negavano l’efficacia di tali atti. Intellettuali “in quanto professori”, ma anche forme e pratiche dell’essere studenti davanti alla stregoneria, così come le tesi dottorali e le dissertazioni prodotte nell’ambito della didattica universitaria, accanto alla comparsa di lezioni aventi la stregoneria come oggetto specifico. 

Nello spirito di quanto sopra e a titolo indicativo, le principali fonti (secoli XII-XVIII) su cui si attendono proposte di papers sono:

  1. reazioni di Università davanti a casi di propri studenti o docenti quali oggetto di inquisizione per stregoneria;
  2. lezioni e responsa consilia da parte di Università in materia di stregoneria;
  3. dissertazioni di dottorato in tema di stregoneria;
  4. pratiche studentesche e stregoneria (es.: bestemmie e superstizioni arieggianti la stregoneria; disposizioni di statuti di collegi universitari; disposizioni su comportamenti e feste di studenti; composizioni satiriche).

Lingue del convegno, accanto all’italiano, saranno il francese, l’inglese, lo spagnolo, il tedesco.

Le proposte (titolo e abstract di non più di dieci righe, insieme a nome, recapito e breve presentazione curricolare del proponente) dovranno essere inviate al Comitato scientifico – composto dai professori Patrizia Castelli, Marco Cavina, Guido Dall’Olio, Maria Rosa Di Simone, Vincenzo Lavenia – entro e non oltre il 16 novembre 2020 al seguente indirizzo email: cisui.redazione@unibo.it. Risposta positiva o negativa sarà inviata ai proponenti entro il successivo 21 dicembre. 

Saranno a carico dell’organizzazione un pernottamento e tre pasti comuni ai relatori, oltre alla pubblicazione dei saggi nella Collana del CISUI “Studi e ricerche sull’università” (editore il Mulino).

 

Call for Papers

 

UNIVERSITIES AND WITCHCRAFT

In Europe between the Middle Ages and the Early Modern Period

 

International Conference

Bologna, 9-10 September 2021

 

The Centro interuniversitario per la storia delle università italiane (CISUI) is hosting the “Universities and Witchcraft in Europe between the Middle Ages and the Early Modern Period ” conference. The Conference theme is the involvement of Universities “as institutions”, over the issue of witchcraft from the Middle Ages to the Modern Age throughout Europe: west, east, Catholic, Protestant. 

Decisions made by academic institutions throughout the period in question had a major cultural and social impact. Such was the case, for example, of the responsa issued by the College of Theologians of the University of Paris in 1398. They approved twenty-eight articles condemning not only Satan’s snares, the Devil’s Contracts and magical practices used to subjugate devils to his service, but condemned also the scepticism of those who did not believe in the articles’ effectiveness. The articles addressed issues relating to witchcraft and covered intellectuals “as professors”, students’ behaviours, attitudes, doctoral theses and dissertations, as well as university courses. 

In the spirit of the above and by way of illustration, the main aspects (12th to 18th centuries) on which proposals for papers should be based are:

  1. The reactions of universities to cases in which their students and professors were formally questioned over witchcraft; 
  2. University courses and responsa consilia on matters of witchcraft;
  3. Doctoral theses and dissertations on witchcraft;

4. Student behaviours, attitudes, and witchcraft (e.g. blasphemy and superstitions ventilating witchcraft; provisions of university college statutes; provisions regarding student behaviour and parties; satirical compositions).

Alongside Italian, conference languages include French, English, Spanish and German. 

Proposals (title and abstract of no more than ten lines, together with name, contact details, and a brief curriculum vitae) must be submitted to the Scientific Committee – professors Patrizia Castelli, Marco Cavina, Guido Dall’Olio, Maria Rosa Di Simone, and Vincenzo Lavenia) – by and no later than 16 November 2020 at the following email address: cisui.redazione@unibo.it. Responses to proposals will be sent by 21 December. 

CISUI will arrange overnight hotel stay and meals for conference speakers, as well as publication of conference papers in the CISUI series “Studi e ricerche sull’università”, Il Mulino Editore.

Seguici su: