Libri e lettori nella Bologna dei papi (1506-1796)

Il seminario internazionale online indaga il libro nella Bologna pontificia dalla caduta dei Bentivoglio (1506) all’arrivo delle truppe napoleoniche (1796). Centro nevralgico dello Stato del Papa sovrano, la Bologna dei tipografi, degli editori e dei librai è stata fino ad oggi indagata soprattutto nel periodo successivo all’introduzione della stampa tipografica a caratteri mobili fino al primo Cinquecento, e ancora lungo la seconda metà del Settecento; mancano invece indagini approfondite sulla seconda metà del XVI secolo e sul lungo Seicento. Il seminario porrà dunque l’accento sulla produzione tipografica, con l’esame di cataloghi di tipografi, editori e librai della città, anche itineranti; sul commercio del libro bolognese, con sondaggi nei cataloghi commerciali di operatori del libro attivi a Bologna, ma anche sulle direzioni e sulle ramificazioni del mercato in cui la città felsinea era inserita; sui generi editoriali, sulla costruzione del testo e del paratesto editoriale fra offerta e domanda di consumo, usi e pratiche di lettura, documentati da edizioni ed esemplari; sul ruolo di specifiche categorie di operatori e fruitori del libro. Il consumo di generi editoriali differenti per impiego, destinazione, mole e progetto tipografico, per tematica, per diffusione, per uso e per tipologia di lettori sarà oggetto di specifici approfondimenti. Si indagheranno, infine, l’apporto delle donne nella produzione e circolazione del libro a Bologna e la sopravvivenza della miniatura nel libro bolognese tra XVI e XVIII secolo.

Alla luce dell’emergenza sanitaria in corso e del DPCM dello scorso 18 ottobre, che vieta congressi e convegni in presenza, il webinar si terrà su piattaforma Microsoft Teams

Comitato scientifico internazionale: Edoardo Barbieri, Patrizia Bertini Malgarini, Neil Harris, Paolo Tinti, Wolfgang Schmitz.

 

La partecipazione è gratuita, ma è obbligatoria la registrazione tramite email alla Segreteria organizzativa (bolognadeipapi2020@gmail.com) oppure compilando il form disponibile nella sezione Agenda. 

 

E' prevista la pubblicazione degli atti del seminario entro il 2021. 

 

Il seminario internazionale online nasce nell’ambito del PRIN 2017, The Dawn of Italian publishing. Technology, Texts and Books in Central and Northern Italy in the Fifteenth and Sixteenth Centuries, ed è parte delle attività previste dal progetto, coordinato dal prof. Edoardo Barbieri (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano) e, per l’unità di Bologna, dal prof. Paolo Tinti.

 

Programma in progress (ultimo aggiornamento 13.11.2020)

GIOVEDI' 19 NOVEMBRE, ore 9.30-12.30 (discussant: Paolo Tinti)

Benito Rial Costas (Universidad Complutense, Madrid): Il commercio del libro bolognese in Spagna

Federica Fabbri (Università di Bologna): Ugo Ruggeri tipografo ed editore: itineranza e attrazione fra Bologna e l'Italia

Federico Olmi (Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna): Una biblioteca professionale fra due secoli: i libri del notaio Albizzo Duglioli (1504)

Alessandra Panzanelli (Università di Torino): Le edizioni giuridiche nella patria del diritto: una relazione ovvia solo in apparenza

Fermín de los Reyes Gómez (Universidad Complutense, Madrid): El libro de bolsillo entro Boloña y España

 

GIOVEDI' 19 NOVEMBRE, ore 14.30-17.00 (discussant: Neil Harris)

Paolo Tinti (Università di Bologna): L'esportazione di carta e libri da Bologna negli Stati confinanti nel Cinquecento

Luca Rivali (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano): Da Bologna alla Terra Santa: incunaboli e cinquecentine bolognesi presso la biblioteca dei Francescani di Gerusalemme

Rita De Tata (Archivio di Stato di Bologna): Aprire una filiale a Roma. La bottega bolognese dei Dossena e la libreria all'insegna del Fiume Giordano (1537-1548)

Ilaria Maggiulli (Università di Bologna): Concorrenza e imbrogli nel mondo del libro bolognese di fine Cinquecento: il librario-editore Vincenzo Supranini

Rudj Gorian (Università di Trento): Una sconosciuta collezione di ventole stampate da Lelio Dalla Volpe 

Chiara Reatti (Università di Bologna): Il libro scolastico-educativo a Bologna: la continuità napoleonica

 

VENERDI' 20 NOVEMBRE, ore 09.30-13.00 (discussant: Edoardo Barbieri)

Mauro Perani (Università di Bologna): Riusi di stampe ebraiche bolognesi su pergamena nel Cinquecento

Fabrizio Lollini (Università di Bologna): Il libro come unicum. Persistenze del manoscritto miniato nella Bologna della prima età moderna

Simonetta Nicolini (Università di Bologna): Dal trattato tecnico alla descrizione tassonomica: due casi di libri a stampa settecenteschi per la riscoperta della miniatura 

Valentina Sestini (Università di Messina): Donne e tipografia a Bologna in periodo di antico regime

Marco Callegari (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano): Cataloghi librari a Bologna nel Settecento: alcune considerazioni preliminari

Marius Rusu (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano): Intermediari del libro a Bologna nel Settecento: Camillo Businari, agente del Granduca di Toscana

Con il patrocinio di 

Contatti

Segreteria organizzativa

Via Zamboni, 32 - 40126 Bologna

+39 051 2098566

+39 051 2098555

Scrivi una mail

Dott.ssa Federica Fabbri