Homepage

The Summer Institute in Computational Social Science - Seconda Volta per UniBO: 6 - 16 Giugno 2022

Il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Bologna ospita per il secondo anno il Summer Institute in Computational Social Sciences (SICSS)

I membri del CssC coorganizano l'evento.

SICSS-Bologna 6-16 Giugno, 2022 | Università di Bologna

Vai alla pagina

Il Punto di Vista Russo sul Conflitto

Wordcloud (tradotto dall' originale russo) dei termini i più utilizzati nel sito Yandex News. Sono stati analizzati i nuovi titoli della query "Ucraina" ("Украина" in russo) nel principale motore di ricerca russo Yandex per il periodo dalla sera del 4 marzo a mezzogiorno del 10 marzo.
Il servizio Yandex News è stato criticato in Russia per aver inserito artificialmente articoli, nella sezione notizie, tratti solo da media collegati allo stato (direttamente o indirettamente). I media indipendenti non trovano posto nelle pagine del servizio Yandex News. Affidarsi a questa fonte di informazioni permette di capire come il governo russo stia inquadrando il conflitto in Ucraina per il suo pubblico.

La Dashboard sul Conflitto Russo-Ucraino

Dashboard sull'attuale conflitto in Ucraina sviluppata e gestita da un nucleo di laureati e dottorandi UniBo. Il team continua ad aggiungere nuovi contenuti e aggiornare i dati.

Vai alla pagina

Facciamo chiarezza sul ruolo dei cyber-attacchi nella invasione della Ucraina e nella possibile risposta di USA e UE

Come l'opinione pubblica globale ha probabilmente notato, in questa invasione russa dell'Ucraina, cyber-attacchi di diversa intensità e forma sono stati ampiamente utilizzati. I principali mezzi di informazione hanno subito puntato l'attenzione sugli effetti distruttivi di tali attacchi, in Ucraina e non solo, anche quando, in realtà, non c'era stato nessun cyber-attacco. L'Amministrazione Biden ha persino fatto allusione alla possibilità di lanciare cyber-attacchi di ritorsione contro la Russia, salvo poi tornare velocemente sui propri passi. I motivi di tale confusione e possibili incomprensioni sono, molto semplicemente, la conseguenza di due fattori: uno è la differenza fra il livello strategico e quello tattico dei cyber-attacchi, l'altro la diversa "area d'attacco" di Ucraina, Russia, Stati Uniti e UE nel dominio cyber.

Cyber-attacchi strategici e tattici
A livello tattico, i cyber-attacchi sono diventati parte integrante della "guerra elettronica", ovvero la capacità di impedire o comunque ostacolare le comunicazioni dell'avversario. La Russia ha usato in modo esteso i cyber-attacchi per rendere difficili, al limite dell'impossibile le comunicazioni fra le forze ucraine, ostacolandone il coordinamento sul campo di battaglia, ed lo ha fatto con gran successo.
Diversamente, una risposta strategica basata sul cyber/attacco da parte degli Stati Uniti e loro alleati contro banche, infrastrutture e rete elettrica in Russia sarebbe quasi l'equivalente di un piccolo attacco con armi nucleari o oppure di un raid aereo con esplosivi convenzionali ma su larga scala. Sarebbe impossibile per la Russia non considerare tale atto come un vero attacco contro il suolo russo e non "rispondere a tono" contro il territorio americano o alleato, con serie conseguenze per i tutti i civili.

Un'area d'attacco diversa
Chiaramente, "l'area d'attacco" (cioè quanti target sensibili sono presenti) per Russia, Stati Uniti e UE è molto diversa. La Russia potrebbe attaccare l'economia e le imprese americane e europee, restando ben lontana intanto da obbiettivi sensibili in campo energetico e infrastrutturale o strategico-militare, riuscendo comunque a provocare "un bel mal di testa" a Stati Uniti e Unione Europea. Viceversa, americani ed europei non hanno lo stesso imbarazzo nella scelta di obbiettivi in Russia, ovvero di obiettivi che possano essere colpiti in modo sufficientemente "doloroso" da dare alla Russia motivo di rallentare l'aggressione, a meno che gli alleati non decidano di colpire i target "delicati" cui si è fatto riferimento sopra. Ma, in questo modo, si tornerebbe alla situazione precedente con una pericolosa escalation anche al di fuori del cyberspazio. Una situazione non facile per l'occidente nel dominio cyber, quindi.


Giampiero Giacomello
Center for Computational Social Sciences – CSSC
University of Bologna

Postato 4 ore fa
Postato 4 ore fa
attacchi e contrattacchi informatici, superficie di attacco et al. ne abbiamo parlato brevemente qualche settimana fa su @CsscUniBo1 centri.unibo.it/computational-… twitter.com/EasyInve/statu…
Postato 13 ore fa
Join @pablogracia_twi as he explores how the digital world relates to social inequalities in young people’s well-being at this upcoming @EAPS_pop event! 🙋‍♀️💻 📆 31 May 📍 Zoom More Info: bit.ly/3sFEogD
Postato 3 giorni fa
Is @elonmusk a bot? One of *the* most advanced algorithms for bot detection thinks so, which illustrates just how difficult it might be to clean up this bird place. ¯\_(ツ)_/¯ try the tool: botometer.osome.iu.edu and technical references here: botometer.osome.iu.edu/publications

Visita la nostra pagina delle pubblicazioni

Vai alla pagina

ALMA MATER COMPUTATIONAL SOCIAL SCIENCE CENTER (CSSC)

Il Centro per Computational Social Science (CssC) si propone di promuovere l'impiego di metodi, strumenti e tecniche delle scienze computazionali per ampliare la capacità di analisi delle scienze sociali.

Il Centro è ospitato dal Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (DSPS) ma ha fra i suoi membri colleghi provenienti da altri Dipartimenti dell'Ateneo.

Vai alla pagina
Torna su