Intelligenza artificiale

Lo sviluppo dell’intelligenza artificiale nell’ultimo decennio sta conoscendo una fioritura senza precedenti grazie al suo essere campo fortemente mutidisciplinare e interdisciplinare, così come alla recente disponibilità di grandi collezioni di dati analizzabili. Come luogo di confine fra discipline scientifiche, tecnologiche, sociali e umanistiche, l’intelligenza artificiale ha occupato e continua a occupare sempre più un ruolo rilevante per le tematiche della cognizione e della conoscenza in generale, sia dal punto di vista della sua costruzione, rappresentazione, controllo, riproduzione, gestione e sfruttamento, sia dal punto di vista più generale dell’informazione. Lo sviluppo recente di una filosofia dell’informazione, dei cosiddetti data studies e di un’epistemologia collegata sia ai big data che alle nuove tecnologie artificiali attinenti all’Internet of Things conferisce un’importanza cruciale alle tematiche connesse all’intelligenza artificiale, con particolare riferimento alle discipline umanistiche.

Fra i sottotemi di interesse si possono segnalare:

  • il ragionamento fra cognizione e automazione;
  • l’apprendimento automatico e l’epistemologia dei big data e dell’informazione;
  • la visione artificiale;
  • lo sviluppo e l’apprendimento del linguaggio da un punto di vista computazionale e/o cognitivo;
  • data science;
  • i sistemi decisionali;
  • le possibilità di regolazione delle nuove tecnologie e i sistemi di garanzia dei diritti fondamentali nella società dell’informazione
  • le implicazioni etiche e sociali delle tecnologie emergenti, compresi i loro usi;
  • data studies e studi sociali delle infrastrutture di dati
  • lo sviluppo e il riconoscimento di stati emotivi (anche in relazione alla human-machine interaction);
  • la questione della post-verità: ovvero di come analizzare in termini di epistemologia sociale i rapporti di fiducia e conoscenza fra gruppi sociali e istituzioni alla luce dell’accesso alle informazioni fornito dalle nuove tecnologie digitali; ad esempio, i fenomeni delle bolle epistemiche e delle camere all’eco nei social media, i rapporti tra scienza, comunicazione della scienza e movimenti che criticano le istituzioni scientifiche (terrapiattismo, no-vax…).

 

Tale macrotema potrebbe portare a una fruttuosa interazione con il nascente Centro di Ricerca Interdipartimentale che Unibo ha costituito sulle tematiche riguardanti l’intelligenza artificiale

 

COPYRIGHT Foto di Claudio Turci