Le arti e la ricerca scientifica sono libere»: solidarietà a Federico Batini

Le arti e la ricerca scientifica sono libere»: solidarietà a Federico Batini

Come Ricercatrici e Ricercatori, come Docenti universitari del Centro CRESPI (Centro di ricerca educativa sulla professionalità dell’insegnante), vogliamo esprimere la nostra solidarietà al collega Federico Batini, docente di Pedagogia Sperimentale dell’Università di Perugia, la cui indagine sul bullismo omofobico, bullismo, razzismo e violenza di genere nelle scuole umbre è stata sospesa per iniziativa politica, mentre accordi per la sua conduzione erano in corso con istituti scolastici.L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento, è scritto nella nostra Costituzione (art. 33), mentre così recita la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea (art.13): Le arti e la ricerca scientifica sono libere. La libertà accademica è rispettata. 
Come Centro di ricerca, impegnato in indagini empiriche nei contesti scolastici orientate da valori di democrazia ed equità, esprimiamo forte preoccupazione nei confronti di ingerenze politiche che impediscono la conduzione di ricerche scientificamente fondate.